Progettato per il mercato italiano, il Virus è un velivolo agile, veloce (Vne 260 Km/h) e sicuro grazie all’efficienza di 1:24. Un mezzo per tutti
Un aeroaliante, il più aereo di tutti. E' così che una rivista italiana ha battezzato il Pipistrel Virus 912. Se quello che cercate è un ULM avanzato, capace di elevate prestazioni, con una velocità di crociera di 225 km/h, una struttura tecnologicamente avanzata in compositi, e nel contempo in grado di veleggiare, a motore spento e con l'elica in bandiera, con una efficienza di
1:24
... allora il Virus fa per voi.
Nato espressamente per il mercato italiano, utilizza fusoliera e cockpit del Sinus e la medesima ala, accorciata a 12,46 m; grazie a questo, l'hangaraggio risulta più semplice.
E' equipaggiato con un carrello triciclo, che rende più semplice la gestione del mezzo in fase di atterraggio. Quest'ultimo, grazie agli aerofreni, risulta molto corto, con una traiettoria ripida, e permette l'utilizzo di campi corti, anche in presenza di ostacoli. In decollo sono sufficienti 90 metri, e si sale a oltre 6 m/sec a pieno carico. I flaperoni rendono il mezzo molto stabile alle basse velocità, mentre la posizione in negativo permette la crociera a 225 km/h con consumi irrisori (7/8 litri/ora).

Un mezzo concepito per il turismo veloce ad ampio raggio, unito alla possibilità di vivere ll'emozione del volo a vela.
Visitate le altre sezioni
O magari approfondite la filosofia progettuale della Pipistrel e le tecnologie impiegate...

E per la movimentazione nell'hangar e sul campo, Archimede e Pitagora
Copyright: © Max Pinucci - Pipistrel Italia 2003

Ottimizzato per Internet Explorer 5 - Netscape 6
Best viewed @ 1024 x 768